ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le origini del calcio in Brasile

Lettura in corso:

Le origini del calcio in Brasile

Dimensioni di testo Aa Aa

Il calcio è una religione in Brasile. Lo dicono i cinque titoli mondiali conquistati dalla seleçao. E come ogni religione ha le sue origini. Ad aver portato il pallone nel Paese che piu’ di tutti ha vinto la Coppa del Mondo è stato uno scozzese, Charles Miller, fondatore nel 1894 del São Paulo Athletic Club. Da li’ in poi, il calcio si è espanso, come un’epidemia.

“Mentre Charles Miller ha portato il calcio a San Paolo, altre persone hanno fatto lo stesso in altre città”, spiega Daniela Alfonsi, responsabile del Museu do Futebol. “In particolare nelle città sul mare, come Rio de Janeiro, Salvador e Porto Alegre. Il calcio inizialmente è stato introdotto in quei club sportivi, già esistenti in Brasile”.

La squadra di calcio del São Paulo Athletic Club non ha avuto molta fortuna e ha chiuso i battenti nei primi anni del XX secolo. Il club piu’ antico, ancora in attività, è invece il Rio Grande, fondato nel 1900 e attualmente militante nella terza divisione della lega regionale Campeonato Gaúcho de Futebol.