ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA-Afghanistan, vicina la firma del patto sulla sicurezza

Lettura in corso:

USA-Afghanistan, vicina la firma del patto sulla sicurezza

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo con gli Stati Uniti per la sicurezza verrà firmato presto dal prossimo presidente afgano. Lo assicura il ministro dell’interno di Kabul, intervistato da euronews.

L’intesa è necessaria per definire lo status dei militari statunitensi in Afghanistan e Washington la considera una condizione essenziale per il mantenimento di alcune migliaia di soldati nel Paese.

“Ognuno dei due candidati presidenti che andranno al ballottaggio – sottolinea il ministro Mohammad Omar Daudzai – ha promesso che, in caso di vittoria, firmerà il patto per la sicurezza con gli Stati Uniti non appena entrerà in carica. Sono certo che gli Stati Uniti e l’Unione europea non avranno niente di cui preoccuparsi, perché le elezioni si terranno tra due settimane e nel giro di un mese e mezzo il nuovo presidente entrerà in carica e firmerà.”

Gli Stati Uniti intendono lasciare in Afghanistan nel 2015 9800 militari, che si ridurranno a 4.900 l’anno successivo, ma tra gli abitanti di Kabul c‘è chi dubita di queste cifre.

“Ci aspettiamo” scommette un negoziante “che almeno 40.000 soldati statunitensi rimangano nel nostro Paese, anziché i 9.800 previsti da Obama.”

“Abbiamo le forze di sicurezza afgane per difendere il nostro Paese e il territorio” sostiene un altro cittadino della capitale. “La presenza degli americani in Afghanistan non farà altro che accrescere la miseria e il conflitto.”

Per Washington, i soldati che rimarranno serviranno soprattutto ad addestrare i militari afgani.