ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: per ora nessuna visita in Russia per Poroshenko

Lettura in corso:

Ucraina: per ora nessuna visita in Russia per Poroshenko

Dimensioni di testo Aa Aa

L’azione militare contro i separatisti nell’est dell’Ucraina deve essere fermata. Nel primo commento dalle elezioni presidenziali di domenica, il presidente russo Vladimir Putin cerca di aumentare la pressione su Kiev affinché dia inizio a un dialogo pacifico con i rappresentanti delle regioni.

Nel corso di una conferenza stampa, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha rinnovato l’appello per la fine della violenza. “Se prima dell’insediamento Petro Poroshenko vuole usare armi pesanti e la Guardia Nazionale e il Settore Destro o altro per soffocare la resistenza nel sud-est – ha detto Lavrov -, e se Poroshenko cercherà di entrare nel Donbass da vincitore, di certo questo non creerà condizioni favorevoli per il suo mandato nella regione di Donetsk”.

Lavrov ha fatto sapere che per il momento non è prevista alcuna visita in Russia di Petro Poroshenko.

Il neo Presidente ucraino ha stabilito come primo obiettivo della sua presidenza quello di fermare il conflitto. “La Russia è il nostro vicino più grande – ha detto Poroschenko – e fermare la guerra e ristabilire la pace in tutta l’Ucraina e riportare la stabilità nella parte orientale del Paese sarebbe impossibile senza la partecipazione dei suoi rappresentanti”.

Poroshenko ha dichiarato che l’operazione “anti-terrorismo” nell’est dell’Ucraina deve durare ore, non mesi.

A iniziare da Donetsk, la diplomazia sembra però avere una strada in salita da percorrere.