ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torna in libertà "Sabu", l'hacker pentito

Lettura in corso:

Torna in libertà "Sabu", l'hacker pentito

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato uno dei più pericolosi hacker d’America, ma il contributo a sventare centinaia di attacchi gli è valso la clemenza dei giudici. Torna in libertà “Sabu”, il primo “pentito” di Anonymous.

Arrestato dall’FBI due anni fa, si era dichiarato colpevole, per poi collaborare con le autorità statunitensi, permettendo loro di smantellare una delle cellule più aggressive dell’organizzazione.

Hector Xavier Monsegur rischiava fino a ventisei anni di carcere. A Manhattan i giudici lo hanno condannato a 7 mesi, il tempo che ha già scontato in carcere.

Fondatore di LulzSec – gruppo che ha rivendicato attacchi di alto profilo – “Sabu” vive in un luogo segreto. Il suo caso potrebbe costituire un precedente nella lotta alla pirateria informatica.