ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Juncker, al via la battaglia per la Presidenza della Commissione Ue

Lettura in corso:

Juncker, al via la battaglia per la Presidenza della Commissione Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’ok dei popolari Jean Claude Juncker ottiene l’endorsement dei capigruppo del Parlamento Ue per la Presidenza della Commissione Ue.
A soli due giorni dalle elezioni, inizia il lungo braccio di ferro tra Parlamento e Consiglio europeo.

“I risultati delle elezioni lo hanno indicato chiaramente” spiega Martin Schulz“Tra i candidati alla Presidenza della Commissione è sicuramente Juncker il vincitore. Ed è anche l’unico che ha le maggiori chance di avere la maggioranza in Parlamento”.

La pensa diversamente il leader degli euroscettici britannici Nigel
Farage:“Juncker è un fanatico degli Stati Uniti d’Europa. E la sua candidatura viene confermata proprio mentre è evidente che i cittadini europei hanno voluto dire con il loro voto che l’Europa sta andando in una direzione sbagliata”.

Il mandato a Juncker per essere confermato necessita però di un’ampia maggioranza, che popolari e socialisti non saranno in grado di garantire da soli.
Molto dipenderà dunque dall’appoggio dei liberali. Per Guy Verhofstadt una maggioranza stabile è il principale obiettivo:“Quando parlo di una maggioranza stabile mi riferisco a oltre 400 deputati e senza considerare partiti come quelli di Orban e Berlusconi”.

A due giorni dai risultati elettorali il nuovo Parlamento europeo è già in piena attività. Tra rinnovi di alte cariche e formazione di nuovi gruppi parlamentari le prossime settimane si annunciano dense di lavoro e di incognite.

European parliament elections