ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: flop dell'estrema destra alle presidenziali

Lettura in corso:

Ucraina: flop dell'estrema destra alle presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

I candidati dell’estrema destra neofascista e antirussa hanno fatto flop alle elezioni presidenziali ucraine. Sommati insieme i voti ottenuti da Svoboda e Pravii Sektor superano di poco il 2%.

“Io non so cosa Putin abbia in testa – dice il parlamentare di Svoboda Ihor Miroshnichenko -ma sono sicuro che troverà qualcosa per intimidire i russi.”

Dopo mesi di agitazione, nel timore che il conflitto in corso all’est si generalizzi, con il voto a Poroshenko gli elettori ucraini hanno cercato la stabilità, secondo l’analista Yevhen Mahda:

“La domanda di stabilità in Ucraina è più forte degli appelli a risposte radicali. Il partito Svoboda non è riuscito a concretizzare. I pochi voti che ha ottenuto sono all’altezza della sua influenza politica”.

Svoboda, però, può ancora contare su 7 ministri e sottosegretari nel governo di Kiev. Si tratta di un terzo, circa, della compagine ministeriale, una forza che pare chiaramente sovrarappresentare la reale importanza elettorale di queste formazioni estremiste.

“Svoboda piace agli ucraini occidentali e centrali – dice una donna – Non abbiamo votato per il suo candidato non perché non ci piaccia, ma perché volevamo avere Poroshenko, che è più razionale e può lavorare per la riconciliazione”.

E un’altra elettrice aggiunge:

“Ieri il candidato di Pravii sektor ha detto che il suo scopo non era quello di diventare presidente, voleva solo dimostrare di poter difendere gli interessi dell’Ucraina”.

Hano pesato, e tanto, i morti di Maidan e dell’est del paese. Gli ucraini che hanno votato hanno chiaramente detto che sono stanchi di guerra.