ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Francia e Germania affluenza in lieve aumento rispetto al 2009

Lettura in corso:

In Francia e Germania affluenza in lieve aumento rispetto al 2009

Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia – dove vengono eletti 74 eurodeputati – la giornata elettorale sembra essere segnata da un’affluenza in aumento. Il dato di metà giornata è lievemente superiore a quello del 2009.

Alcuni elettori di Parigi:
“Credo manchino delle personalità carismatiche come quelle che abbiamo avuto in passato. Non ci sono più politici della levatura di Jacques Delors o Willy Brandt”.
“Sono papà e nonno. Queste elezioni non riguardano me, ma i miei figli e i miei nipoti. La posta in gioco è fondamentale. O l’Europa o siamo finiti”.

Olivier Péguy, euronews:
“Qualche giorno fa, il ministero dell’Interno ha ordinato ai prefetti di prolungare l’apertura dei seggi, ovunque sia possibile, fino alle 19 o alle 20. L’obiettivo: permettere a un un più ampio numero di elettori di andare a votare. Ciò avrà davvero un impatto sull’affluenza? La risposta, in serata, con i risultati”.

Anche in Germania, il Paese con il più alto numero di eurodeputati, 96, l’affluenza sarebbe in controtendenza rispetto ai timori della vigilia. In leggero aumento rispetto a cinque anni fa.

Alcuni commenti raccolti dalla nostra inviata a Berlino:
“Le informazioni, in particolare per i giovani, non sono sufficienti. Sembra che le elezioni siano qualcosa di poco conto”.
“Mi ha deluso il fatto che durante la crisi in Europa siano state salvate principalmente le banche. I politici non si sono occupati delle persone”.

Andrea Buring, euronews:
“Se il partito euroscettico “Alternativa per la Germania” otterrà davvero il 7% dei voti, i conservatori non avranno scelta. Per evitare di perdere altri voti prima delle elezioni regionali, dovranno fare propri temi quali le critiche verso l’euro e gli abusi del sistema sociale tedesco”.

European parliament elections