ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Balcani. Gli aiuti internazionali, una goccia nella catastrofe in Bosnia

Lettura in corso:

Balcani. Gli aiuti internazionali, una goccia nella catastrofe in Bosnia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’appoggio europeo e internazionale tenta di alleviare la catastrofe nei Balcani. Le squadre d’intervento tedesche hanno cominciato ieri il pompaggio dell’acqua lungo il corso del fiume Sava, all’altezza della città bosniaca di Samac, in una delle aree più colpite dalle alluvioni nei Balcani.

Qui il 95% dell’agglomerato urbano è rimasto sommerso dalle acque e il solo modo di spostarsi è la barca. Gli specialisti tedeschi riescono a pompare 30 metri cubi d’acqua al minuto, ma il lavoro da fare resta immenso.

“La situazione è davvero preoccupante, nonostante i soccorsi siano stati rapidi” dice un locale. “Gli abitanti dei villaggi limitrofi sono venuti ad aiutare ma non c‘è elettricità, la gente è costretta fuori dalle case oppure accampata sui tetti”.

Equipe di supporto sono già arrivate dall’Austria, dal Regno Unito, dalla vicina Croazia. Gli Stati Uniti hanno inviato 5 camion con 26 tonnellate di aiuti umanitari. I danni delle inondazioni nella sola Bosnia sono stimati a circa 1 miliardo di euro.