ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giornalisti arrestati in Ucraina, interrogativi sulle elezioni presidenziali

Lettura in corso:

Giornalisti arrestati in Ucraina, interrogativi sulle elezioni presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

L’arresto di giornalisti solleva altri interrogativi sulle imminenti elezioni in Ucraina. Il ministero degli Esteri britannico ha confermato il fermo da parte dei servizi di sicurezza ucraini di un giornalista freelance britannico che lavorava per Russia Today.

Secondo il canale televisivo russo multilingue, Graham Phillips, 35 anni, sarebbe stato fermato a Mariupol, nell’est dell’Ucraina. Trasferito a Kiev, durante l’interrogatorio gli sarebbe stato chiesto se fosse una spia.

Intanto le autorità russe tornano a chiedere il rilascio immediato dei due giornalisti del canale considerato vicino al Cremlino Lifenews arrestati domenica sera sempre nell’est dell’Ucraina, a Kramatorsk, con l’accusa di essere armati e di essere coinvolti in attività terroristiche.

Il Presidente russo Vladimir Putin parla di accuse insensate, mentre il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha chiesto l’intervento dell’OSCE.