ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bosnia a rischio epidemie dopo la fase acuta delle inondazioni

Lettura in corso:

Bosnia a rischio epidemie dopo la fase acuta delle inondazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bosnia a rischio epidemia dopo la fase acuta delle inondazioni più devastanti da un secolo a questa parte. L’innalzamento delle temperature che sfiorano ora i 22 gradi aumenta nel Paese il rischio epidemia. A Zenica, nella Bosnia centrale, le squadre mediche che affiancano i soccorsi hanno riscontrato i primi casi di enterocoliti.

“Qui abbiamo già portato via 150 carcasse” racconta Predrag Marinkovic, un responsabile della protezione civile. “Mucche, tori, vitelli, di tutto. E ci sono almeno altri 200 animali morti da portar via. L’esercito e le squadre speciali collaboreranno e lavoreremo più rapidamente per evitare che gli animali si decompongano prima di riuscire a rimuoverli”.

In Bosnia quasi 1 milione di persone su poco meno di 4 milioni di abitanti è stato colpito direttamente o indirettamente dalle inondazioni. Il problema principale è ora la mancanza di acqua potabile. Secondo le autorità di Sarajevo più di 100.000 persone sono state evacuate: il più grande esodo dalla fine della guerra nel 1995.