ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: oligarca Akhmetov in campo contro sepratisti filorussi

Lettura in corso:

Ucraina: oligarca Akhmetov in campo contro sepratisti filorussi

Dimensioni di testo Aa Aa

In altri paesi potrebbe chiamarsi riposizionamento. Rinat Alhmetov, ricchissimo oligarca ucraino, re dell’acciaio e padrone della squadra dello Shaktar Donetsk ha deciso di scendere in campo sontro i separatisti filorussi.

Ha invitato i suoi dipendenti a manifestare contro i ribelli che vogliono causare un “genocidio” nel bacino minerario e industriale del Donbas. La protesta è iniziata a mezzogiorno (le 11 in Italia) nelle
fabbriche con una sirena d’avvertimento e “finché la
pace non sarà ristabilita, non ci faremo intimidire”, ha detto Akhmetov in un drammatico intervento televisivo.

In realtà Akhmetov era stato vicino al deposto presidente Yanukovitch e persino sospettato di avere aiutato economicamente i ribelli separatisti.

I maligni dicono adesso che siano state le nuove condizioni del Paese e la volontà di non perdere posizioni di rendita a spingerlo a cambiare idea.

I suoi operai sono convinti che la battaglia sia giusta: “Siamo noi il motore del Paese, che nutre la nazione. Siamo noi che sosteniamo la capitale Kiev”.

Di parere diverso i separatisti che accusano Akhmetov di non volere pagare tasse all’autoproclamata repubblica di Donetsk. Akhmetov era stato in passato accusato di evadere molte delle tasse che avrebbe dovuto versare il gruppo all’erario statale quando l’Ucraina era ancora unificata e in relativa pace.