This content is not available in your region

The Corner: l'Atletico Madrid è Campione, la Juventus è da record

Access to the comments Commenti
Di Euronews
The Corner: l'Atletico Madrid è Campione, la Juventus è da record

<p><strong>Atlético campeón</strong></p> <p>Simeone alla fine ce l’ha fatta. Dopo 18 anni, l’Atletico Madrid torna ad essere Campione di Spagna, per la decima volta. I colchoneros trionfano con un pareggio a Barcellona. A consegnargli il titolo, la rete dell’uruguayano Diego Godin.</p> <p>“Abbiamo sofferto e lottato”, spiega Godin. “Nessuno ci ha fatto regali. Sapevamo che avremmo dovuto lottare fino all’ultimo e ce l’abbiamo fatta. Tutti dicevano che meritavamo il titolo, non è con le parole che si vince pero’. Si vince con i fatti, combattendo e soffrendo”</p> <p>L’Atletico del Cholo spezza cosi’ il duopolio Barcellona-Real Madrid, che durava dal 2005. </p> <p>La vera sconfitta, tra le big di Spagna, è sicuramente la squadra catalana, che quest’anno torna a casa a mani vuote, in tutte le competizioni. Il primo a farne le spese è il tecnico Martino, che ha rassegnato le dimissioni subito dopo la partita. Si disperano invece le stelle, come Neymar che, forse, si starà chiedendo: “dovevo andare al Real?”.</p> <p>Il Real, che chiude al terzo posto in Liga, a soli tre punti dai campioni, ma che ha già sollevato la Coppa del Re, battendo il Barça in finale, e potrebbe prendersi anche la Champions League. Ancelotti voleva il triplete alla sua prima stagione alla casa blanca, ma dovrà accontentarsi al massimo di due titoli. Atletico permettendo, chiaro. </p> <p><strong>Il Manchester City sul tetto d’Inghilterra</strong></p> <p>E’ stata una lotta serrata anche in Premier League, decisa solo all’ultima giornata. Il Manchester City ha firmato il double sotto la guida di Manuel Pellegrini: prima la Coppa di Lega, vinta dopo 38 anni e poi il campionato, il secondo in 3 stagioni. E la multa da pagare per aver violato il fair play finanziario non puo’ certo rovinare la festa. </p> <p>Esce a testa bassa il Liverpool. Ci hanno creduto fino all’ultimo i Reds, autori comunque di una stagione sopra le aspettative. E senza quel k.o. interno con il Chelsea, la storia sarebbe andata diversamente. </p> <p>Chi ha tanto da recriminarsi è invece il Manchester United. Un anno da dimenticare, chiusosi con un settimo posto finale. Non ci saranno i Red Devils in Europa dopo l’estate. Non succedeva dalla stagione ’88-‘89. </p> <p><strong>Ancora Bayern Monaco</strong></p> <p>Niente sorprese in Germania. Nessuno è riuscito a spezzare l’egemonia del Bayern Monaco, che dopo aver conquistato il campionato con un mese e mezzo d’anticipo, si è portato a casa anche la Coppa, battendo in finale la sua nemesi, il Borussia Dortmund. E’ il 17esimo trionfo per i bavaresi, che quest’anno rimpiangono solo l’eliminazione in semifinale di Champions.</p> <p>Ha perso anche la Coppa quindi il Borussia, in calo rispetto alla passata stagione. Fuori ai quarti in Europa, i gialloneri si sono fermati a 19 punti dal Bayern in campionato. Avrebbero potuto rifarsi sabato, ma cosi’ non è stato. E il fatto che i top players uno a uno passino dall’altra parte della barricata, non aiuta di certo Jurgen Klopp.</p> <p><strong>La Juventus è da 102 e lode</strong></p> <p>Tre, come i titoli consecutivi. Trenta, come gli scudetti messi in bacheca. 102, come i punti conquistati in una sola stagione, un record europeo in un campionato a girone unico. Questi sono i numeri della Juventus, imbattuta in casa fino all’ultimo. Una Vecchia Signora che domina in Italia, ma non riesce a dire la sua in Europa. </p> <p>Quell’Europa dove, la prossima stagione, per la prima volta in 15 anni il Milan non ci sarà. I rossoneri hanno chiuso all’ottavo posto in campionato, in un anno grigio, nel quale neanche il cambio d’allenatore è bastato a risollevare le sorti di una squadra che sembra l’ombra di sé stessa.</p>