ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Il mio corpo è come il Louvre"

Lettura in corso:

"Il mio corpo è come il Louvre"

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuova mostra al parigino museo dell’arte indigena, Musée du Quai Branly, votata ad esplorare la lunga storia dei tatuaggi e di come si sono sviluppati in quanto forme d’inclusione o esclusione nell’alveo delle culture popolari, artistiche, etniche.

La pratica del disegno sulla pelle risale a 5.000 anni fa come attestano anche i resti di Otzi, l’uomo mummificato del neolitico che era stato trovato nel 1991 sulle alpi dell’Alto Adige. I tatuaggi sono un mezzo di comunicazione dell’uomo selvaggio ridiventati di gran moda nella modernità con i significati i piu’ disparati.

Il tatuaggi sempre piu’ diffusi negli ultimi 20 anni rientrano anche nella moda, lo star system, elementi che li hanno amplificati a dismisura.

Angelina Jolie si è fatta tatuare in Thailandia e con lei altre decine di vedette di ogni ambito artistico.

Oggi si stima che il 20% dei giovani francesi e circa il 25% dei giovani americani si siano fatti tatuare qualcosa sulla pelle.

La mostra sul tatuaggio resta aperta al Musee du Quai Branly di Paris fino al 18 di ottobre 2015.