ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Teheran manifestazione contro la "libertà clandestina"

Lettura in corso:

A Teheran manifestazione contro la "libertà clandestina"

Dimensioni di testo Aa Aa

La libertà “clandestina” scatena la protesta integralista in Iran. Centinaia di persone hanno manifestato a Teheran per chiedere un giro di vite sulle donne che non indossano l’hijab o vestono in modo giudicato provocante.

La mobilitazione arriva in reazione alla campagna “My Stealthy Freedom” lanciata via Facebook, dove alcune donne – decise a conquistare maggiore libertà sociale – hanno condiviso foto senza il velo islamico, il cui uso in pubblico è stato imposto dalla Rivoluzione del 1979.

“I giovani dovrebbero prestare attenzione ed essere consapevoli del fatto che chi impedisce il nostro accesso alla scienza sta cercando di portarci all’abbandono dell’hijab e verso la corruzione – dice una manifestante -. È lo stesso nemico. Chiedo a tutte le mie amiche di riflettere e solo dopo decidere cosa fare”.

“Il sole dell’Islam diventa sempre più splendente – dice un’altra manifestante – e l’Occidente non può intralciare il nostro cammino”.

Mentre i manifestanti insorgono e chiedono di porre fine alla diffusione di quello che definiscono “vizio” – importato dalla cultura occidentale -, la campagna continua a raccogliere consensi a livello globale.

Per ora, il governodi Teheran non reagisce.