ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazioni in tutto il Brasile contro i costi dei mondiali

Lettura in corso:

Manifestazioni in tutto il Brasile contro i costi dei mondiali

Dimensioni di testo Aa Aa

A meno di un mese dal calcio di inizio, la protesta contro i costi dei mondiali travolge il Brasile e si intreccia con un’ondata di scioperi in tutto il Paese.

A Recife la polizia militare si astiene dal lavoro da martedì. Della sua assenza hanno aprofittato saccheggiatori che hanno preso di mira negozi e furgoni per le consegne.

San Paolo – dove il 12 giugno inizia la coppa del mondo di calcio in uno stadio ancora da terminare – resta l’epicentro dell’agitazione. Alcune strade sono state bloccate da circa cinquemila persone, in una protesta nella quale confluiscono anche il movimento dei senza terra e quello dei senzatetto.

“Se nel Paese non vi saranno progressi nelle riforme della politica degli alloggi e urbanistica in questo periodo – dice il leader del Movimento dei Senza Tetto -, questo movimento arriverà allo scontro durante la coppa del mondo”.

La giornata contro i mondiali ha coinvolto una cinquantina di città del Brasile, che si prepara non solo alla grande kermesse calcistica, ma anche alle elezioni presidenziali in programma a ottobre.