ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cannes 67: polemiche e qualche fischio per Kidman-Grace Kelly di Dahan

Lettura in corso:

Cannes 67: polemiche e qualche fischio per Kidman-Grace Kelly di Dahan

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre tra le polemiche la 67esima edizione del Festival del Cinema di Cannes. Probabilmente il miglior modo possibile per far parlare dell’oggetto centrale: il grande schermo.

A presiedere una delle giurie più prestigiose la donna prodigio, unica regista di sesso femminile ad aver vinto due palme d’oro, l’autrice di ‘Lezioni di piano’, la neozelandese Jane Campion.

A scatenare le critiche ed incendiare gli animi ancora prima dell’avvio il ruolo di un’altra donna, Nicole Kidman, che ha vestito i panni di Grace Kelly nel film di Olivier Dahan.

E a completare il bouquet di un’edizione tutta da gustare, la parola d’avvio è spettata a Chiara Mastroianni. Forse è presto per parlare di una Cannes al femminile. Per ora i meno contenti sono i Grimaldi. Secondo la famiglia “il film non riflette alcuna realtà e tradisce la storia”. Vedere per credere.