ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pistorius: esami psichiatrici richiesti dall'accusa, per anticipare la difesa

Lettura in corso:

Pistorius: esami psichiatrici richiesti dall'accusa, per anticipare la difesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Trenta giorni di test per verificare lo stato mentale ed emozionale di Oscar Pistorius: la richiesta è stata fatta dall’accusa nel processo all’atleta sudafricano per l’omicidio della sua fidanzata.
Il giudice ha disposto le verifiche psichiatriche ora per impedire alla difesa, che ha fatto testimoniare una psichiatra, di invocare in seguito la semi-infermità mentale.

“È un fatto incontestabile che la difesa abbia scelto di far testimoniare la dottoressa Vorster in una fase così avanzata del processo. Nessuna indicazione era stata data in precedenza su alcun elemento fornito dalla dottoressa Vorster, atto a indicare un qualsivoglia problema psichiatrico dell’imputato”.

Secondo la psichiatra, Pistorius sarebbe stato affetto da “ansia generalizzata”, che lo avrebbe reso particolarmente pauroso nel periodo in cui avvenne l’omicidio, la notte di San Valentino, lo scorso anno.
Pistorius ha sempre affermato di aver sparato convinto che vi fosse un ladro in casa.