ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A Londra i fumetti smascherati


le mag

A Londra i fumetti smascherati

In partnership con

La British Library ha dedicato la sua prima esposizione al mondo dei fumetti britannico, titolo ‘Comics Unmasked: Art and Anarchy in the UK’.

I curatori dell’evento John Harris Dunning e Paul Gravett sperano in questo modo di svegliare l’interesse del pubblico verso i fumetti di qualità valutandone gli aspetti aristici.

La rassegna torna alle sorgenti del racconto per immagini.

Paul Gravett, curatore della mostra:
“Questa mostra risale fino al 1470 con una bibbia dei poveri fatta con disegni. Vi si adoperano pallocini, angeli e demoni fatti con colori squillanti che si potrebbero proporre anche oggi. La cosa dimostra la grande tradizione del settore.La Gran Bretagna era veramente all’avanguardia dei cartoon e lo è stata per secoli”.

L’esposizione conta 6 sezioni come il potere e la gente, parliamo di sesso, gli eroi dai mille volti, oltre i limiti del fumetto.

Paul Gravett:
“I fumetti sono pericolosi, facendo un sondaggio il Pentagono ha scoperto che il sistema piu’ efficace di dialogare con le sue truppe erano i fumetti, non solo i testi con le fotografie ma proprio i fumetti, era il sistema migliore per educare la gente, informarla. Funzionano perchè hanno una forte presa visiva, non è come vedere un film o un programma tv, nella pagina del fumetto ci sono aspetti della vita vissuta”.

Uno degli artisti contemporanei britannici presenti in mostra è fra i grandi sostenitori di quest’idea espositiva della British Library.

Dave Gibbons, artista:
“ Per chi ha lavorato nei fumetti, piu’ di quello che pensava, è bello vedere che un luogo tanto prestigioso li prenda in considerazione, un tempio come la British Library col suo spazio espositivo”.

La mostra “Fumetti smarscherati: arte e anarchia in Gran Bretagna” resta aperta fino al 19 agosto.

Comics Unmasked page

La nostra scelta

Prossimo Articolo

le mag

L'Europa canta a Copenhagen