ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Mariupol la guerra civile ha lasciato il segno

Lettura in corso:

Ucraina, Mariupol la guerra civile ha lasciato il segno

Dimensioni di testo Aa Aa

La tensione resta alta a Mariupol, dove una ventina di persone sono morte venerdì, negli scontri tra filorussi e esercito governativo. Anche qui si voterà il referendum convocato dai separatisti nell’Ucraina orientale. Le autorità hanno alzato bandiera bianca: non ci sarebbero state sufficienti forze di polizia per impedirne la convocazione e l’allestimento dei seggi elettorali.

“Non capisco cosa stiano facendo gli attivisti filorussi – racconta un residente – distruggono le loro vite e quella del Paese, io cosa ne penso? Mi spiace per me e per il mio Paese”

Le scene di guerra tra forze governativi e ribelli sono ancora negli occhi degli abitanti e per strada.

Sergio Cantone, euronews: “Quello a cui stiamo assistendo a Mariupol, dà proprio l’impressione di essere un solco molto profondo, che si sta creando nella società di questa zona, nel sud est dell’Ucraina, del Donbass e nell’area di Donetsk”.

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone