ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudafrica: riconferma dell'ANC, sorprende il dissidente Malema

Lettura in corso:

Sudafrica: riconferma dell'ANC, sorprende il dissidente Malema

Dimensioni di testo Aa Aa

L’African National Congress prolunga la propria egemonia in Sudafrica. Il partito del presidente Jacob Zuma, al potere da vent’anni, vince con poco più del 62% dei voti le prime elezioni legislative dopo la morte di Nelson Mandela.

Un risultato in calo rispetto a cinque anni fa, ma che stupisce quanti si aspettavano un voto di sfiducia per i diversi scandali di corruzione che riguardano l’ANC.

La sorpresa di queste elezioni è l’ex leader dell’ala giovanile dell’African National Congress Julius Malema. Il suo partito di sinistra radicale, I Combattenti della Libertà Economica, diventa terza forza del Paese. Accusa l’ANC di non aver ridotto la povertà e di non aver creato posti di lavoro, propone la nazionalizzazione di miniere, banche e aziende agricole e l’introduzione di un salario minimo.

L’Alleanza Democratica di Helen Zille sfiora il 22%. Lo scorso marzo, il principale partito d’opposizione ha annunciato una richiesta di destituzione di Zuma, accusandolo di abuso di fondi pubblici nella ristrutturazione di una sua residenza.

Al voto i sudafricani hanno partecipato in modo massiccio, l’affluenza ha superato il 70%. Per la prima volta partecipava la generazione dei “Born Free”, ossia coloro che sono nati dopo la fine dell’Apartheid e l’istaurazione della democrazia.