ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Montecarlo. Agguato contro la regina del mattone

Lettura in corso:

Montecarlo. Agguato contro la regina del mattone

Dimensioni di testo Aa Aa

Non viene privilegiata ancora nessuna pista nell’inchiesta sull’agguato contro Hélène Pastor, erede di una delle più importanti famiglie di Monaco.

Fra le ipotesi, comunque, ci sarebbe anche quella di un coinvolgimento della ‘Ndrangheta calabrese, che avrebbe fatto ingenti investimenti immobiliari nel principato.

Martedì sera, contro l’auto in cui si trovava la settantasette a capo del più grande impero del mattone di Montecarlo, un killer ha esploso diversi colpi con un’arma a canna lunga. La donna e il suo autista sono rimasti gravemente feriti.

Hélène Pastor è la sorella di Michel Pastor, che è stato presidente della squadra di calcio del Monaco, fino al suo decesso, avvenuto all’inizio di quest’anno.

Di origini italiane, i Pastor sono sempre stati molto discreti, tanto che non si sa neppure a quanto ammonti esattamente la foro fortuna, stimata fra i 16 e i 19 miliardi di euro.

Una fortuna cominciata con il capostipite Gildo, nonno di Hélène, cui il principe Ranieri affidò la costruzione dei palazzi del lungomare.

A Montecarlo oggi si parla dei Pastor come della vera famiglia che conta, anche più dei Grimaldi.