ULTIM'ORA

Lettura in corso:

E-commerce, il colosso cinese Alibaba verso la quotazione negli Usa


società

E-commerce, il colosso cinese Alibaba verso la quotazione negli Usa

Diventare “un impero che duri almeno 102 anni”. L’aspirazione è quella del gigante cinese degli acquisti online Alibaba, che ha da poco presentato il suo prospetto negli Stati Uniti in vista dello sbarco sui listini.

Un’offerta pubblica iniziale che fa già gola agli investitori in un momento in cui nomi come Twitter e Facebook sembrano perdere smalto: secondo alcuni la creatura di Jack Ma potrebbe superare quella di Mark Zuckerberg, raccogliendo oltre 16 miliardi di dollari.

“In pratica, hanno creato un Google cinese. Hanno creato un Groupon cinese, hanno creato un’Amazon cinese, una eBay cinese e una PayPal cinese”, spiega Sam Hamadeh di PrivCo.

“Immaginate una compagnia con tutto questo in un solo titolo di Borsa, contemporaneamente, all’interno dell’economia più dinamica del mondo. Ecco cos‘è Alibaba. Ecco perché è così importante”, conclude l’analista.

Poco conosciuto all’estero, Alibaba controlla quattro quinti dell’e-commerce cinese. Nonostante un giro di affari più basso, l’anno scorso ha gestito le transazioni di 231 milioni di utenti per un totale di 178 miliardi di euro, più dei rivali Amazon e eBay messi assieme.

Il “salto” dovrebbe garantire sostenibilità alle sue crescite, considerato che in Cina è accerchiato su ogni fronte, specialmente quello degli acquisti tramite smartphone.

Ignoto il listino di destinazione, fatto questo che sta scatenando la gara tra il telematico Nasdaq e il New York Stock Exchange. In gioco c‘è più di quella che potrebbe essere la più grande IPO della storia: il primo vuole rifarsi dopo gli errori tecnici dello sbarco di Facebook, il secondo guadagnare un peso massimo del settore hi-tech.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Fiat Chrysler, tonfo in Borsa dopo il lancio del piano strategico