ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kerry condanna referendum "per dividere illegalmente l'Ucraina"

Lettura in corso:

Kerry condanna referendum "per dividere illegalmente l'Ucraina"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia ha violato gli accordi di Ginevra sulla crisi ucraina. Così il segretario di Stato statunitense, John Kerry, in una conferenza congiunta con il capo della diplomazia europea, Catherine Ashton, a Washington.

Se Mosca impedirà le elezioni – ha detto Kerry – farà i conti con nuove sanzioni.

“Siamo molto preoccupati del tentativo dei separatisti filorussi a Donetsk e Luhask di organizzare un artificioso e falso referendum sull’indipendenza, il prossimo 11 maggio – ha aggiunto il segretario di Stato Usa – Condanniamo categoricamente questo tentativo illegale di dividere ulteriormente l’Ucraina”.

La prossima settimana ci sarà un incontro a Londra per decidere quali misure adottare. L’obiettivo è la riconciliazione delle parti in conflitto.

“L’Ucraina ha il diritto di difendere la propria integrità territoriale. Kiev deve rispettare degli obblighi internazionali e noi lavoriamo a stretto contatto con loro – ha detto la Ashton – Come è stato evidenziato in precedenza, il governo ha fatto tanto per attuare gli accordi di Ginevra sin dal primo giorno, come era stato concordato”.

Tutta l’attenzione è concentrata ora sulle presidenziali del 25 maggio, con l’Osce che propone un cessate il fuoco in vista del voto.

Diversi i programmi dei filorussi che controllano Donetsk, pronti al referendum separatista convocato per l’11 maggio.