ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I deputati ucraini bloccano il referendum sull'integrità territoriale

Lettura in corso:

I deputati ucraini bloccano il referendum sull'integrità territoriale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 25 maggio in Ucraina non si terrà alcun referendum sull’integrità territoriale. La proposta del governo di Kiev non ha superato il vaglio del Parlamento. La consultazione si sarebbe dovuta svolgere in concomitanza con le elezioni presidenziali.

Andriy Senchenko, il vice capo in carica dell’amministrazione presidenziale, ha dichiarato: “La proposta del governo ucraino di tenere un referendum è stata sospesa dal parlamento. I deputati non hanno appoggiato la proposta dell’esecutivo. La ragione principale è che il referendum dovrebbe tenersi in condizioni di pace, e non sotto la minaccia delle armi”.

La decisione della Rada è arrivata nel corso di una riunione di emergenza a porte chiuse convocata per discutere della sicurezza, alla quale ha partecipato anche il capo dei servizi segreti Valentin Nalivaichenko: “Ogni misura viene presa con la massima precauzione per evitare vittime civili – ha detto -. Negli ultimi giorni è stata uccisa una trentina di militanti filo-russi pesantemente armati. I loro gruppi vicino a Sloviansk sono stati soppressi. Tuttavia in quelle città – Sloviansk e Kramatorsk -, le aree dove si trovano civili non sono state penetrate dalle forze combattenti ucraine”.

Il capo dei servizi segreti ha ribadito che l’Ucraina non promuoverà una campagna militare su larga scala nell’est e nel sud del Paese per non mettere in pericolo le vite dei civili.