ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Frana su villaggio in Afghanistan: assalto ai rifonimenti, riprese le ricerche

Lettura in corso:

Frana su villaggio in Afghanistan: assalto ai rifonimenti, riprese le ricerche

Dimensioni di testo Aa Aa

All’arrivo degli aiuti umanitari nel villaggio afghano di Ab-e-Barik la polizia respinge a colpi di arma da fuoco l’assalto dei residenti.

A cinque giorni dalla frana che avrebbe seppellito circa 2500 persone sotto 50 metri di fango, nella provincia di Badakhshan la tensione è alta a causa della lentezza dei rifornimenti.

“L’incidente ha provocato una rissa, poi abbiamo sentito i colpi di pistola esplosi non solo dalla polizia – spiega Matthew Graydon, operatore dell’organizzaione internazionale per i migranti – il nostro personale era al sicuro”.

Gli abitanti del villaggio hanno ottenuto la ripresa delle operazioni di ricerca delle vittime, dopo che il governo aveva deciso di sospenderle.

“Quindici membri della mia famiglia sono sotto il fango – racconta Haji Akram – Chiediamo che siano recuparati i corpi perché in caso di inondazione, i cadaveri saranno portati via dall’acqua”.

Ad aggravare la situazione, l’arrivo di dai villaggi vicini di centinaia di persone in cerca di cibo. Al momento il bilancio della frana è di oltre 300 morti accertati, mentre i dispersi sarebbero più di 2mila.