ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, muro contro muro al Palazzo di vetro

Lettura in corso:

Ucraina, muro contro muro al Palazzo di vetro

Dimensioni di testo Aa Aa

Se il consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite doveva essere la sede per provare a stemperare le tensioni sull’Ucraina, peggior risultato non si poteva ottenere.

La Russia ha condannato le operazioni compiute dal governo di Kiev a Sloviansk, bollandole come “criminali”.

“Ci appelliamo – ha detto l’ambasciatore russo all’Onu, Vitaly Churkin – sia a Kiev che ai suoi sostenitori, ai firmatari della dichiarazione di Ginevra, a Stati Uniti e Unione Europea, perché non commettano errori giudiziari. È tempo che i colleghi occidentali pensino due volte alle ragioni per cui sostengono l’Ucraina e smettano di giocare col popolo ucraino per raggiungere i loro obiettivi geopolitici”.

“Il fatto che la Russia – ha replicato il rappresentante americano Samantha Power – abbia scelto di indire una sessione d’emergenza per protestare è un’ulteriore indicazione che le autorità di Mosca sottovalutano l’intelligenza della comunità mondiale o che stanno provando a replicare nell’est dell’Ucraina la farsa di cui sono state responsabili in Crimea. Siamo indignati da questa prospettiva, ma non ci lasciamo ingannare”.

Più che il luogo della diplomazia, il Palazzo di vetro sembra, sulla vicenda ucraina, il terreno di un braccio di ferro che continua a vedere contrapposti, senza alcuno spiraglio di riavvicinamento, Russia e potenze occidentali.