ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gas: la Russia presenta il conto all'Ucraina

Lettura in corso:

Gas: la Russia presenta il conto all'Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

Mosca non fa più sconti sul gas all’Ucraina. Gazprom ha avvertito che se entro fine maggio non sarà pagata la fattura di giugno, il gigante russo del settore si riserva il diritto di erogare solo il metano effettivamente pagato.

La questione preoccupa anche l’Unione europea che cerca di negoziare con la Russia un prezzo unificato per i paesi dell’Unione, l’Ucraina, la Georgia e i Balcani.

Il negoziato si svolge a Varsavia, alla presenza del premier polacco Donald Tusk e del commissario europeo all’energia Günther Oettinger, che ha dichiarato:

“Vogliamo un prezzo unico per il gas nell’Unione europea, in modo tale che gli stati membri possano avere il miglior prezzo possibile”.

Gran parte del gas consumato nell’Unione europea, e in particolare negli stati dell’Europa centro-occidentale, viene dalla Russia e transita dai gasdotti ucraini.

L’Ucraina mette da parte il gas destinato all’Ue durante l’estate e lo eroga durante l’inverno. Se Kiev non ricevesse più gas, il flusso potrebbe anche interrompersi.