ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Sud, anche il primo ministro si scusa con i parenti delle vittime del naufragio

Lettura in corso:

Corea del Sud, anche il primo ministro si scusa con i parenti delle vittime del naufragio

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano le scuse pubbliche in Corea del Sud. Dopo la presidente Park, anche il primo ministro Chung Hong-won si è personalmente scusato con i parenti dei passeggeri del traghetto affondato il 16 aprile.
Il premier si è assunto la responsabilità dell’inefficacia dei soccorsi e ha presentato le dimissioni. La presidente Park gli ha chiesto di restare in carica fino alla fine dell’emergenza.

“Vorrei presentare le mie scuse. Sono qui perché credo sia giusto spiegare qual è la situazione attuale”, ha detto davanti ai parenti delle vittime, che accusano il governo e la compagnia di navigazione di non aver fatto abbastanza.
Nel frattempo, a due settimana dal naufragio, continuano le ricerche, che sono però ostacolate da vento forte, mare agitato e pioggia.

Dei 476 passeggeri, di cui 325 studenti, le vittime accertate sono 302.