ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Unione Europea: decimo anniversario del più grande allargamento

Lettura in corso:

Unione Europea: decimo anniversario del più grande allargamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono passati dieci anni dal più grande allargamento dell’Unione Europea. Era il primo maggio del 2004 quando sono entrati dieci Paesi dell’Europa centrale ed orientale e del Mediterraneo: Repubblica Ceca, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Ungheria.

Una data importante nel processo di unificazione che, alla domanda di euronews, non tutti ricordano per le strade di Bruxelles. La memoria è più viva nella mente degli europei interessati: “Sì, noi lo ricordiamo bene,’‘ dice una signora della Repubblica Ceca.’‘ ‘‘La mia vita è migliorata ed è chiaramente migliorata anche per i cittadini della Repubblica Ceca’‘, le fa eco un’altra.

Nel 2004 l’Europa a Venticinque diventava realtà: i trattati di adesione sono stati firmati nell’antica Agorà di Atene. Si concludeva, così, il quinto allargamento dell’Unione Europea con l’ingresso di Paesi situati a est della vecchia cortina di ferro. Entravano nell’Unione 75 milioni di cittadini.

‘‘A beneficiare del processo di allargamento sono sia i nuovi Paesi che entrano sia gli Stati Membri. L’allargamento potenzia la crescita e migliora il tenore di vita nei Paesi che aderiscono,’‘ spiega Štefan Füle, Commissario europeo per l’Allargamento e la Politica di Vicinato, che ha stilato un bilancio positivo.

La ricorrenza è stata celebrata sia dal presidente del Consiglio Europeo Herman van Rompuy che dal presidente dell’europarlamento Martin Schulz.