ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Formula 1: il tragico weekend di Imola '94, 20 anni dopo

Lettura in corso:

Formula 1: il tragico weekend di Imola '94, 20 anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono passati vent’anni da quell’orribile weekend di fine aprile 1994, quando il circuito di Imola divenne protagonista in negativo. Il Gran Premio di San Marino di quell’anno è infatti ricordato come il piu’ tragico della storia della Formula 1.

Inizio’ tutto durante le libere del venerdi’, quando la Jordan di Rubens Barrichello decollò sui cordoli della variante bassa, finendo al suolo cappottata. Il brasiliano perse i sensi, ma rimedio’ solo una frattura al setto nasale e un grosso spavento.

Purtroppo non ando’ altrettanto bene alll’austriaco Roland Ratzenberger, che mori’ in seguito a un terribile incidente durante le qualifiche del sabato e ad Ayrton Senna.

Il tre volte campione del mondo, la domenica durante la gara, usci’ di pista ad altissima velocità alla curva del Tamburello, per il cedimento del piantone dello sterzo della sua Williams. Il braccio della sospensione penetrò il suo casco e lo trafisse nella regione del lobo frontale destro. Il brasiliano fu portato subito all’ospedale di Bologna, da dove 4 ore piu’ tardi venne annunciata la sua morte.

Quel tragico Gran Premio lo vinse Michael Schumacher, che oggi, a 20 anni di distanza, sta lottando per la vita. Il tedesco è in coma da 4 mesi, dopo l’incidente occorsogli sugli sci a fine dicembre.