ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marcia dei Vivi a Budapest. Partecipano i discendenti dei nazisti

Lettura in corso:

Marcia dei Vivi a Budapest. Partecipano i discendenti dei nazisti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ungheria simbolo di un’Europa in cui l’estrema destra e l’antisemitismo sono pane quotidiano ha celebrato la giornata del ricordo della Shoah.

Migliaia di persone hanno preso parte a Budapest alla Marcia dei Vivi. Tra di loro anche i membri dell’associazione che riunisce i discendenti di chi era schierato dalla parte dei carnefici. Oggi impegnati a non far dimenticare i crimini dei loro padri.

“Dobbiamo raccontare la storia vera dei nostri padri e dei nostri nonni. Ribadire la verità storica significa dare un segnale contro l’antisemitismo di oggi” spiega Jobst Bittner, fondatore dell’associazione.

La Marcia dei Vivi di quest’anno commemora i 70 anni della deportazione, nell’aprile 1944, degli ebrei d’Ungheria. La nostra corrispondente a Budapest Andrea Hajagos:

“La Marcia dei Vivi si svolge ogni anno a Budapest. Ma forse oggi è ancora più importante, nell’anno della memoria dell’Olocausto in Ungheria, ora che le relazioni tra governo ungherese e organizzazioni ebraiche toccano il loro punto più basso, ora che più del 20% degli elettori ha scelto un partito che non condanna l’antisemitismo”.