ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bangladesh: dopo la tragedia pochi indennizzi più sicurezza

Lettura in corso:

Bangladesh: dopo la tragedia pochi indennizzi più sicurezza

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è trattato dell’incidente con più morti nella storia dell’industria tessile.
Un anno fa, le macchine da cucire lavoravano a pieno ritmo quando l’edificio di 8 piani si accartocciava su se stesso. Il servizio di France3.

Immagini girate con una telecamera nascosta, da una giornalista Rai, mostrano che in questa fabbrica, che lavora per un grande marchio italiano, le condizioni di lavoro non sono cambiate. La spagnola TVE.

Come andare avanti?
Per questi attivisti, il solo modo è fare pressione sulle multinazionali che approfittano della globalizzazione per produrre a basso costo. Chi sono i buoni e chi i cattivi?
La Televisione svizzera tedesca.

Low faschion contro abbigliamento a prezzi concorrenziali ?
Bisognerebbe indossare la roba alla rovescia per mostrae l’etichetta così da educare il consumatore. Che è direttamente coinvlto.
L’inchiesta di F2.

Dietro le vetrine le nuove collezioni fanno bella mostra di sé , prezzi abbordabili, ma non si conosce il Paese da cui provengono. Non è del made in france, in ogni modo. Ma i clienti si preoccupano di questo?

sot femme:
“Non so, guardiamo insieme”.

L’etichetta non è facile da consultare.

sot femme:
“euhh, in turchia”.

sot hmme:
“Bangladesh”

sot homme:
“Indonesie”

sot femme;
“Bangladesh”

Question:
Vi dà fastidio?

sot femme (the first women)
“ben… si. Si e no. No perché sono contenta di comprare a basso costo, e si perché immagino le condizioni di lavoro non siano ideali”.

Molti consumatori sono rimasti scioccati dalla tragedia in bangladesh, ma non hanno per questo cambiato il proprio comportamento.

sot femme:
“È vero che da un punto di vista etico mi do zero, perché non ho pensato alla tragedia”.

sot homme:
“Il commercio equo solidale o allora prodotti francesi, ma tutto è estremamente caroperché la manodopera costa cara in francia”.

Per i cliente lo sforto maggiore deve essere fatto dai marchi , che devono controllare le condizioni di produzione dei propri prodotti.

end