ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Facebook e Apple, trimestrali solide: profitti e utili in aumento

Lettura in corso:

Facebook e Apple, trimestrali solide: profitti e utili in aumento

Dimensioni di testo Aa Aa

Due mondi, una sola risposta. Con delle solide trimestrali i giganti della tecnologia Apple e Facebook mettono decisamente a tacere le cassandre che parlavano di declino.

Nel secondo trimestre fiscale la casa di Cupertino ha riportato fatturato e utile in aumento, rispettivamente a 33 e a 7,4 miliardi di euro.

Merito dell’accordo per la distrubuzione degli iPhone raggiunto con China Mobile, il più grande operatore del mondo, che ha fatto salire le unità vendute a quasi 48 milioni.

Unica pecca il reparto tablet, con i nuovi iPad mini ed Air che risentono della forte concorrenza dei low-cost targati Android.

Medesimo discorso per il re dei social network, che ha registrato un aumento dei profitti di oltre il 70% rispetto al primo trimestre del 2013 a 465 milioni di euro.

La spinta nel suo caso è arrivata dalla pubblicità mobile, a fronte, dicono gli analisti, di una frenata nei nuovi iscritti.

“Il problema è che la crescita degli utenti ha cominciato a rallentare”, spiega Jan Dawson di Jackdaw Research.

“Ogni tre mesi, negli ultimi tre trimestri, il numero di nuovi utenti è diminuito rispetto al periodo precedente. La permanenza sul sito cresce ancora. Sempre più utenti a livello mensile stanno diventando utenti giornalieri e questa è una buona cosa, anche se in Asia, in effetti, c‘è un certo ritardo”, aggiunge.

Per ovviare al problema Facebook ha messo mano al portafogli: vedi il caso di WhatsApp, pagata 19 miliardi di dollari. Con un occhio, però, al futuro, come dimostra l’acquisto più recente della startup della realtà virtuale Oculus VR.

Meno rumorosa ma altrettanto intensa la campagna acquisti Apple, che in 18 mesi ha acquisito ben 24 aziende.