ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Naufragio intollerabile". Il presidente sudcoreano: "E' omicidio"

Lettura in corso:

"Naufragio intollerabile". Il presidente sudcoreano: "E' omicidio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Intollerabile, eticamente e legalmente inconcepible e assimilabile a un omicidio.

A lacrime e pioggia di critiche per la sua gestione della tragedia del traghetto Sewol, il presidente sudcoreano replica con una condanna senza appello al comandante e a parte dell’equipaggio.

Pubblicate ieri dalla Guardia Costiera, le ultime comunicazioni radio prima del naufragio fotografano uno stato di panico e di incapacità nella gestione dei soccorsi.

“Incomprensibile e assimilabile a un omicidio, la condotta del capitano e di alcuni membri dell’equipaggio è assolutamente intollerabile – ha detto il presidente sudcoreano Park Geun-hye -. Appena dopo l’incidente, il capitano non ha rispettato l’ordine d’evacuazione. Da una parte ha detto ai passeggeri di restare al loro posto, dall’altra ha abbandonato la nave per primo, con parte dell’equipaggio. Un comportamento eticamente e legalmente inconcepibile”.

Dopo l’incriminazione del capitano e di due membri dell’equipaggio,
altre quattro persone sono state fermate nelle ultime ore con l’accusa di non aver saputo garantire la sicurezza dei passeggeri.

Delle 476 persone a bordo, circa 230 mancano ancora all’appello. Oltre 60 le salme finora ripescate.

xxxxxxxxxxxxxxxxx

Intollerabile e assimilabile a un omicidio. Il presidente sud-coreano condanna senza appello capitano ed equipaggio del traghetto affondato

(2) Intollerabile, eticamente e legalmente inconcepible e assimilabile a un omicidio. (4/4)

(6) A lacrime e pioggia di critiche per la sua gestione della tragedia del traghetto Sewol, il presidente sudcoreano replica con una condanna senza appello al comandante e a parte dell’equipaggio. (11/11)

(17) Pubblicate ieri dalla Guardia Costiera, le ultime comunicazioni radio prima del naufragio fotografano uno stato di panico e di incapacità nella gestione dei soccorsi. (9/9)

(26 sot) “Incomprensibile e assimilabile a un omicidio, la condotta del capitano e di alcuni membri dell’equipaggio è assolutamente intollerabile. Appena dopo l’incidente, il capitano non ha rispettato l’ordine d’evacuazione. Da una parte ha detto ai passeggeri di restare al loro posto, dall’altra ha abbandonato la nave per primo, con parte dell’equipaggio. Un comportamento eticamente e legalmente inconcepibile”.

(46) Dopo l’incriminazione del capitano e di due membri dell’equipaggio,
altre quattro persone sono state fermate nelle ultime ore con l’accusa di non aver saputo garantire la sicurezza dei passeggeri. (11/13)

(59) Delle quattrocentosettantasei persone a bordo, circa duecentotrenta mancano ancora all’appello. Oltre sessanta le salme finora ripescate. (8/11)