ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'abbraccio del mondo a García Márquez

Lettura in corso:

L'abbraccio del mondo a García Márquez

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla salma di Gabo fioriscono gli omaggi di artisti e personaggi politici del mondo intero.

Per l’ex presidente brasiliano Luis Inacio Lula da Silva Gabriel Garcia Márquez è stato un simbolo dell’America latina.

La stampa cubana saluta il grande amico della Rivoluzione che è stato lo scrittore colombiano. Il presidente degli Stati uniti Obama lo definisce un ‘grande visionario’.

Uno dei ricordi più toccanti è quello di un altro immenso romanziere sudamericano, il peruviano Mario Vargas Llosa, che fu grande amico di Gabo fino a una clamorosa rottura nel 1976:

“È morto un grande scrittore, le
cui opere hanno dato grande diffusione e grande prestigio alla nostra lingua. I suoi romanzi continueranno a vivere e a conquistare lettori ovunque.”

Il premio Nobel per la letteratura si è spento all’età di 87 anni a Città del Messico, dove risiedeva da anni.

Ricevendo il massimo riconoscimento letterario mondiale, nel 1982, l’autore di ‘Cent’anni di solitudine’
dichiarò:

“Non è ancora troppo tardi per intraprendere la creazione di una nuova e devastante utopia della vita, dove nessuno possa decidere per gli altri addirittura il modo in cui morire, dove davvero sia certo l’amore e sia possibile la felicità”.