ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bouteflika, 77 anni, sarà presidente per la 4a volta

Lettura in corso:

Bouteflika, 77 anni, sarà presidente per la 4a volta

Dimensioni di testo Aa Aa

A 77 anni, costretto su una sedia a rotelle, Abdelaziz Bouteflika, si appresta a iniziare il suo quarto mandato come presidente d’Algeria.

Dopo 15 anni passati come capo di Stato e 16 come ministro, questo veterano della guerra d’indipendenza, sembra non volersi separare dalla poltrona.

Tra gli algerini gode ancora della fama del pacificatore, di colui che riuscì a stabilizzare il Paese dopo dieci anni di guerra civile.

Eletto alla presidenza, la prima volta, nel 1999, Boutef, come veniva chiamato affettuosamente dai concittadini, ottiene un sì massiccio al referendum sulla legge per la concordia civile con cui chiede alla popolazione l’adesione a una una politica del perdono.

La guerra civile intanto aveva fatto 200 mila morti.

Al centro della legge l’amnistia a beneficio dei 6.000 combattenti dell’Esercito Islamico di Salvezza che avevano imbracciato le armi contro il regime all’inizio degli anni ‘90.

Sempre impeccabile, Bouteflika è rieletto nel 2004 e poi nel 2009 grazie a un emendamento alla Costituzione che cancella il limite dei mandati presidenziali.

Nel 2011, quando la primavera araba spazza via i regimi di diversi Paesi nordafricani, annuncia subito riforme, ritenute pero`insufficienti dall’opposizione. Ma è riuscito a non perdere il timone del Paese.

L’anno scorso un ictus l’ha costretto tre mesi in ospedale. Ricoverato in una clinica a Parigi, ha ricevuto tutte le cure del caso. Rientrato in Algeria in luglio, le sue apparizioni pubbliche sono diventate rarissime.

Oratore senza eguali, Bouteflika si esprime benissimo in arabo e in francese, da quasi due anni non parla più in pubblico.

Elezioni in Algeria: Bouteflika sarà in grado di governare?

L’Algeria ha scelto di nuovo Bouteflicka come presidente, in molti si chiedono se sia fisicamente e politicamente in grado di governare il paese per i prossimi cinque anni. I sostenitori di Bouteflicka dicono che il Presidente è garante di stabilità, ma i critici sostengono che è troppo malato per governare. Che cosa dice la Costituzione? Euronews lo ha chiesto a Majed Nehme, direttore della rivista Afrique-Asie.

Majed Nehme: ‘‘Non c‘è niente nella carta fondamentale che gli impedisca di essere presidente per motivi di salute. Non vi è alcun riferimento su questo punto nella Costituzione’‘.

Aissa Boukanoun, euronews: Ali Benflis dice che il risultato di queste elezioni è già stato deciso in precedenza.

Majed Nehme: ‘‘Ali Benflis lo ripete da prima che la campagna elettorale iniziasse’‘.

Aissa Boukanoun, euronews: Il presidente dell’Algeria è anche il capo delle forze armate. Quanto è importante questo ruolo?

Majed Nehme: ‘‘Da quando l’Algeria è indipendente, il presidente è anche il capo delle forze armate e dei servizi segreti, come stabilisce la Costituzione ed è lui che decide ogni mossa. Il presidente è anche ministro della Difesa. Ha tutti i poteri.’‘

Aissa Boukanoun, euronews: Tornando sullo stato di salute del presidente. Qual è la procedura nel caso si debba trovare un successore?

Majed Nehme: ‘‘Penso che sia troppo presto per parlare della sua successione. L’Algeria è un paese democratico quindi ci deve essere un consenso politico. Nella Costituzione si afferma chiaramente che se il posto del presidente rimane vacante, il presidente del Senato assume le sue funzioni per 40 giorni e per indire nuove elezioni’‘.

Aissa Boukanoun, euronews: L’opposizione ha minacciato di impugnare il risultato se Bouteflicka sarà eletto. Cosa potrebbe accadere in questo caso?

Majed Nehme: ‘‘Ci potrebbero essere alcune proteste, ma la maggior parte dei candidati aveva già accettato i primi risultati, con l’eccezione del candidato più importante, Ali Benflis, che ha chiesto ai suoi sostenitori di protestare rispettando la legge’‘.