ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un anno fa l'attentato alla maratona, Obama "Boston correrà ancora"

Lettura in corso:

Un anno fa l'attentato alla maratona, Obama "Boston correrà ancora"

Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno dopo le bombe alla maratona, gli Stati Uniti tornano a guardare a Boston. La città si è fermata in memoria dei suoi morti e dei tanti mutilati che vivono ancora con i segni di quel massacro.

Boston ha saputo rialzarsi da quella tragedia frutto della follia isolata di due ‘cani sciolti’, i fratelli di origine cecena, Dzhokhar e Tamerlan Tsarnaev. Fecero esplodere una pentola piena di esplosivo tra il pubblico, provocando la morte di tre e il ferimento di circa 260 persone.

Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha scritto in un messaggio alla città: “Boston correrà ancora”.

“Ciò che li fa infuriare è che noi non ci pieghiamo, non cambiamo, ci rifiutiamo di cedere alla paura – ha detto intervendo alla cerimonia di commemorazione il vice Presidente, Joe Biden – Usa Quello mi fa essere così orgoglioso di essere un americano è che non abbiamo mai, mai ceduto alla paura”.

Un giorno di dolore, ma anche di orgoglio per una città colpita che si è ritrovata nella solidarietà.

Il Boston Globe, fresco vincitore del Pulitzer per la copertura di quella terribile giornata, titola: “Boston è sempre forte”.