ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: "La Russia esporta terrorismo"

Lettura in corso:

Ucraina: "La Russia esporta terrorismo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla viglia di una riunione a Ginevra che dovrebbe riavviare il dialogo tra Mosca e Kiev, con il contributo di Unione europea e Stati Uniti, le parti continuano ad accusarsi a vicenda per l’aumento del livello dello scontro.

Il premier ucraino Arseny Yatseniuk afferma: ‘‘Mi par di capire che la Russia abbia un nuovo prodotto da esportare. Oltre al petrolio e al gas, in Ucraina ha cominciato ad esportare il terrorismo. Il governo russo deve immediatamente ritirare il suo sostegno a gruppi di sabotatori, condannare i terroristi e chiedere la fine dell’occupazione delle sedi amministrative.’‘

La Russia respinge le accuse e il ministro degli esteri Serghei Lavrov promette di partecipare all’appuntamento di Ginevra con le migliori intenzioni.

“Faciliteremo le cose” dichiara Lavrov. “Lo faremo in modo che il governo di Kiev giudichi con rispetto le opinioni e le richieste dei cittadini ucraini che vivono nel sudest e si unisca ai negoziati per calmare la situazione e non la infiammi con l’uso delle forze di sicurezza, e in particolare dell’esercito, cosa esplicitamente proibita dalla legge ucraina.”

La diplomazia russa esprime inoltre sconcerto per le dichiarazioni con cui il ministro francese Laurent Fabius ha attribuito a Mosca tutta la responsabilità del degradarsi della situazione in Ucraina.