ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Macky Sall: ''Il Senegal è un modello da sostenere''

Lettura in corso:

Macky Sall: ''Il Senegal è un modello da sostenere''

Dimensioni di testo Aa Aa

Macky Sall, classe 1961, nel marzo del 2012 ha battuto il presidente uscente A. Wade (in corsa per il terzo mandato) con il 65% delle preferenze, diventando il nuovo presidente del Senegal. Indipendente dal 1960, il Senegal è una Repubblica. In base alla Costituzione del 2001, il potere esecutivo è esercitato dal presidente della Repubblica. Macky Sall è stato un esponente di spicco nel panorama politico senegalese. Nel corso degli anni ha diretto diversi dicasteri e ha alle spalle un anno come ministro dell’Interno. Nel 2004 è stato scelto come premier. Rimasto in carica sino al 2007, è poi passato all’opposizione e ha visto crescere i suoi consensi di anno in anno. È ospite di Isabelle Kumar in questa puntata di ‘‘The Global Conversation’‘.

‘‘Il Senegal è un modello che bisogna sostenere perché rappresenta un’isola di stabilità in una zona problematica. Questo modello democratico e di tolleranza merita il sostegno della Comunità internazionale’‘, dice Macky Sall. Sviluppo economico del Paese, contrasto della disoccupazione e dell’immigrazione sono tra i temi caldi affrontanti nell’intervista. Senza dimenticare la regione senegalese della Casamance, segnata da un lungo conflitto interno: ‘‘Dopo due anni di conflitto’‘, dice il presidente Macky Sal, ‘‘è arrivato il momento di sedersi e dialogare per arrivare a una pace definitiva e duratura nella regione di Casamance. Tutto è negoziabile, tranne la sovranità del Senegal.’‘