ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Iran conferma Abutalebi all'Onu anche se gli Usa negano il visto

Lettura in corso:

L'Iran conferma Abutalebi all'Onu anche se gli Usa negano il visto

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul caso Hamid Abutalebi s’insprisce il braccio di ferro fra Stati Uniti e Iran. Teheran non intende designare un altro ambasciatore all’Onu, dopo che Washington ha rifiutato il visto al diplomatico.

Per l’Iran quella americana è una decisione ‘deplorevole che viola il diritto internazionale’.

La mossa statunitense, praticamente senza precedenti, sbarra la strada del Palazzo di vetro di New York a un ambasciatore già rappresentante dell’Iran in Italia, presso l’Unione europea e in Australia.

Per Jay Carney, portavoce della Casa bianca, è tutto regolare:

“Certamente la Casa bianca condivide lo spirito della legge approvata al Congresso come abbiamo già fatto sapere alle Nazioni unite e all’Iran. Ci attiveremo per dare alla nuova normativa un fondamento costituzionale”.

Il governo della Repubblica islamica ha assicurato comunque che il contenzioso non avrà ripercussioni sul negoziato dei 5+1 sul nucleare in corso a Vienna, in Austria, tuttavia Teheran non intende cedere.

La ragione per cui Washington ce l’ha tanto con Abutalebi è che nel 1979, quando era ancora uno studente, il diplomatico partecipò all’occupazione dell’ambasciata statunitense di Teheran.

Cinquantadue cittadini americani rimasero in ostaggio per 444 giorni. L’aspirante ambasciatore presso le Nazioni unite ha precisato di aver avuto in quella vicenda solo il ruolo di interprete.