ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La corrente che attiva il cervello

Lettura in corso:

La corrente che attiva il cervello

Dimensioni di testo Aa Aa

Ricercatori statunitensi della Vanderbilt University, di Nashville, Tennessee hanno dimostrato che è possibile controllare l’abilità di apprendere applicando scossette elettriche al cervello.

Dopo 20 minuti di stimolazioni transcraniche ai soggetti che si sono sottoposti al test è stato dato il compito di individuare senza errori i tasti di un gioco abbinato a colori. I ricercatori hanno notato che la stimolazione elettrica porta a fare meno errori rispetto a coloro che non hanno ricevuto il trattamento. In piu’ con la stimolazioni si apprende prima dagli errori
commessi.

ROBERT REINHART, RICERCATORE:
“Quello che abbiamo notato è cosi’ interessante che quando cerchiamo di influenzare questa specifica attività cerebrale notiamo che i volontari sono piu’ abili nelle operazioni richieste, piu’ giudiziosi, cauti e audaci. Quando fanno degli errori poi rispondono in modo piu’ accurato”.

L’apparecchio che manda elettricità al cervello è una normale macchina per l’elettroencefalogramma. Chi si sottopone al test non si sente molto disturbato nella procedura.

LAURA MCCLENAHAN, PARTECIPANTE AL TEST:
“Non da fastidio, si sente giusto un piccolo prurito o formicolio. Talmente minimo che non da fastidio, potrebbe sembrare molto piu’ fastidioso di quello che è”.

Sulle pagine del “Journal of Neuroscience” gli studiosi dell’università Vanderbilt sostengono che i risultati dei loro studi potrebbero servire ad accrescere le abilità dell’apprendimento e forse a curare malattie come la schizofrenia.