ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, il successo dell'asta di bond a 5 anni apre la strada al dopo-troika

Lettura in corso:

Grecia, il successo dell'asta di bond a 5 anni apre la strada al dopo-troika

Dimensioni di testo Aa Aa

La paura non è bastata per fermare il successo dell’asta di bond greci a cinque anni, la prima dal lontano 2010: domanda quasi sette volte l’offerta, premio di rischio al 4,95% (oltre le più rosee previsioni) e richieste in maggioranza da fondi esteri.

Una prova di fiducia da parte dei mercati, alla ricerca di rendimenti appetitosi, con Atene che adesso intravede davvero la fine del tunnel dell’austerità imposta dai salvataggi internazionali.

“Il nostro prossimo obiettivo – ha dichiarato il ministro delle Finanze greco Yannis Stournaras – sarà usare tutti gli strumenti a nostra disposizione per promuovere la crescita, per creare posti di lavoro, e per dare speranze e prospettive al popolo di questo Paese che hanno sofferto le conseguenze della crisi e delle riforme”.

Il percorso di risanamento ha portato al raggiungimento dell’avanzo primario e quest’anno il Pil dovrebbe finalmente rivedere il segno più.

Ma gli analisti frenano gli entusiasmi: “La Grecia continua ad essere sostenuta dalla troika e ha appena ricevuto l’ok per l’ultima tranche di aiuti”, dice Sarah Hewin di Standard Chartered.

“La maggior parte del debito è in mano agli investitori istituzionali, Unione europea e Fondo monetario, e c‘è ancora un punto di domanda: se prima o poi tale debito dovrà essere ristrutturato o meno”, conclude.

I 3 miliardi di euro raccolti, dice il governo, andranno proprio in rimborsi. Ma, mentre gli esperti sottolineano il dietrofront quasi miracoloso del Paese, nelle strade la rabbia contro l’austerity e la disoccupazione record (27%) è ancora forte.

“La Grecia ha superato con successo il primo test dei mercati”, spiega la corrispondente di Euronews da Atene Symela Touchtidou.

“Ora la questione è come questo successo possa essere innestato nell’economia reale così che il Paese possa lasciarsi alle spalle la crisi del debito. Il consolidamento di bilancio ha aperto la strada verso il mercati ma deve essere seguito dalla crescita perché la crisi sociale arrivi al termine”.