ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi, il tribunale di Milano decide tra servizi sociali o arresti domiciliari

Lettura in corso:

Berlusconi, il tribunale di Milano decide tra servizi sociali o arresti domiciliari

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorte giudiziaria di Silvio Berlusconi in mano al tribunale di Sorveglianza di Milano che questo pomeriggio inizia a esaminare la possibilità di assegnarlo ai servizi sociali oppure fargli scontare la pena residua di un anno agli arresti domiciliari.

L’ex premier è stato condannato in via definitiva per frode fiscale nel processo Mediaset a quattro anni di carcere, tre dei quali coperti da indulto. Il verdetto è previsto tra cinque giorni. Il leader di Forza Italia, al quale i medici hanno sconsigliato di muoversi dalla sua abitazione per un problema al ginocchio, avrebbe chiesto di assistere anziani disabili, in una struttura milanese, una volta alla settimana per metà giornata.

È arrivato, intanto, il no della Corte di Strasburgo all’istanza per consentire a Berlusconi di candidarsi alle Europee. Ma Forza Italia non si ferma e valuta il ricorso in appello a un giudice della Corte affinché prenda di nuovo in esame la richiesta della candidabilità.