ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Nuovo repellente anti anofele


science

Nuovo repellente anti anofele

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel mondo muoiono oltre 650 mila persone all’anno per la malaria ed altre 250 milioni sono infettate.

Ricercatori europei stanno studiando un innovativo ed efficace reppellente naturale contro le punture della zanzara anofele che inocula la malaria. Scienziati all’Università svizzera di Neuchâtel hanno studiato il comportamento delle zanzare e come evitare la loro azione sull’uomo.

In natura le zanzare vengono attratte dall’odore dell’uomo, dalle molecole volatili della pelle, il respiro. Gli scienziati hanno valutato quello che la natura offre al riguardo. Un mix di estratti di oli essenziali efficaci quanto repellenti come il Deet.

PATRICK GUERIN, RICERCATORE, UNIVERSITA’ di NEUCHÂTEL (SVIZZEZA):
“Il Deet è un noto repellente che pero’ ha effetti neurologici. Colpisce le sinapsi fra i neuroni. Colpisce certi enzimi come quelli che vengono usati per decomporre i neurotrasmettitori. I nostri prodotti naturali non hanno queste controindicazioni”.

I ricercatori hanno analizzato estratti di 80 piante ed hanno sviluppato un repellente molto efficace del tutto innocuo per l’uomo oltre a non avere impatto ambientale ed essere biodegradabile.

Siamo alla fase dei test. Qui gli scienziati studiano come le zanzare reagiscono se esposte al normale odore dell’uomo; in questo caso giunge da un calzino di cotone, eppure nell’esperimento le zanzare non iniziano a punzecchiarlo.

Osservando come questo repellente disinneschi l’abilità delle zanzare nell’individuare l’uomo fa sperare che il nuovo preparato possa prevenire la puntura di zanzara e quindi il contagio della malaria e il suo flagello sempre letale.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Il pesante rumore degli abissi

science

Il pesante rumore degli abissi