ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Catalogna non si arrende. Mas: il no di Madrid al referendum non ci ferma

Lettura in corso:

La Catalogna non si arrende. Mas: il no di Madrid al referendum non ci ferma

Dimensioni di testo Aa Aa

Madrid dice no al referendum in Catalogna ma il dibattito politico prosegue. Come previsto è stata bocciata a larga maggioranza in modo definitivo la possibilità di cedere al parlamento locale la competenza sulla convocazione della consultazione popolare. La legge è stata respinta con 299 no, 47 si e 1 astenuto.

“Come presidente del governo, ha detto Mariano Rajoy, sono e sarò il presidente di tutti. Difendo la permanenza della Catalogna in Spagna perché non posso pensare a una Spagna senza la Catalogna e non posso pensare alla Catalogna fuori dalla Spagna e fuori dall’Europa.”

Per i rappresentanti dei partiti catalani che sostengono il referendum, la bocciatura da parte del Parlamento spagnolo non fermerà il percorso verso la secessione. “Questo non è il punto di arrivo, ha dichiarato il Presidente della Catalogna Artur Mas. Si tratta di un nuovo paragrafo. Dopo questo “no” le nostre istituzioni cercheranno nuove possibilità dal punto di vista giuridico per poter fare questa consultazione il prossimo 9 novembre e, soprattutto, per dare voce ai catalani di decidere del loro futuro politico.”

Secondo i sondaggi, l’80% dei catalani è a favore della possibilità di esprimersi sull’indipendenza. Intanto il Presidente della Catalogna Mas a fronte di una sentenza di incostituzionalità, dichiarerà conclusa la legislatura, convocando elezioni anticipate.il dibattito politico prosegue

Madrid dice no al referendum in Catalogna ma il dibattito politico prosegue. Come previsto è stata bocciata a larga maggioranza in modo definitivo la possibilità di cedere al parlamento locale la competenza sulla convocazione della consultazione popolare. La legge è stata respinta con 299 no, 47 si e 1 astenuto.

“Come presidente del governo, ha detto Mariano Rajoy, sono e sarò il presidente di tutti. Difendo la permanenza della Catalogna in Spagna perché non posso pensare a una Spagna senza la Catalogna e non posso pensare alla Catalogna fuori dalla Spagna e fuori dall’Europa.”

Per i rappresentanti dei partiti catalani che sostengono il referendum, la bocciatura da parte del Parlamento spagnolo non fermerà il percorso verso la secessione. “Questo non è il punto di arrivo, ha dichiarato il Presidente della Catalogna Artur Mas. Si tratta di un nuovo paragrafo. Dopo questo “no” le nostre istituzioni cercheranno nuove possibilità dal punto di vista giuridico per poter fare questa consultazione il prossimo 9 novembre e, soprattutto, per dare voce ai catalani di decidere del loro futuro politico.”

Secondo i sondaggi, l’80% dei catalani è a favore della possibilità di esprimersi sull’indipendenza. Intanto il Presidente della Catalogna Mas a fronte di una sentenza di incostituzionalità, dichiarerà conclusa la legislatura, convocando elezioni anticipate.