ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: Fidesz vince, ma la sinistra si rafforza

Lettura in corso:

Ungheria: Fidesz vince, ma la sinistra si rafforza

Dimensioni di testo Aa Aa

Fidesz, il partito conservatore del premier Viktor Orban, vince come da pronostico le elezioni legislative. Dopo lo spoglio di più dell’85% delle schede, Fidesz avrebbe ottenuto il 45,7% delle preferenze contro il 24,45% dell’Alleanza democratica di sinistra, composta da 5 partiti e guidata dal socialista Attila Mesterhazy. Agli estremisti di destra di Jobbik sarebbe andato il 21,4% dei voti.

Secondo le ultime proiezioni al partito di Orban andrebbero 132 scranni, 38 all’Alleanza democratica, 24 a Jobbik (la formazione di estrema destra, razzista e neo-nazista, con a capo il trentaseienne Gabor Vona), 5 agli ecologisti di LMP.

Nel 2010 Fidesz aveva ottenuto il 52,7% delle preferenze. Ancora non è chiaro se la ripartizione dei seggi in parlamento garantirà al partito del premier la maggioranza di due terzi. Orban è inviso all’Unione europea e all’opposizione ungherese perché negli ultimi anni ha smantellato parte dello stato di diritto ponendo sotto il controllo dell’esecutivo settori chiave come la giustizia e i media.

Erano 8,2 milioni gli ungheresi chiamati alle urne per il rinnovo del parlamento unicamerale il cui numero di deputati è stato ridotto da a 386 a 199. La nuova legge elettorale ha anche cancellato il doppio turno. In calo l’affluenza alle urne: quattro anni fa si era recato al voto il 65% degli aventi diritto; questa domenica la percentuale dei votanti si è fermata al 60,09%.