ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, manifestanti pro-russi occupano sede della provincia a Donetsk

Lettura in corso:

Ucraina, manifestanti pro-russi occupano sede della provincia a Donetsk

Dimensioni di testo Aa Aa

Duemila persone sono scese in piazza a Donetsk, nell’Ucraina orientale, per chiedere l’annessione della città alla Russia.

Dopo lievi scontri con la polizia una cinquantina di manifestanti ha occupato le sedi dell’amministrazione provinciale chiedendo il rilascio degli attivisti arrestati durante le ultime settimane di protesta.

“Sono dalla parte della mia gente e non di quella cricca che ha preso il potere a Kiev” dichiara una manifestante “Vogliamo far parte dell’Unione doganale russa, ma Kiev non ci ascolta, l’Unione europea non ci ascolta. Mi appello all’Europa affinché venga a Donetsk, a Donbas ad ascoltare le nostre voci e non soltanto quelle di Kiev”.

A Donetsk come negli altri centri industriali dell’est ucraino si protesta soprattutto contro i primi provvedimenti adottati dal governo, tra i quali spicca l’esclusione del russo tra le lingue ufficiali del paese.

“Mi preoccupa il domani del mio paese” ammette una donna scesa in piazza a Donetsk “Sono contraria alla separazione, ma non sono neanche d’accordo con il governo di Kiev. Sono tornati di nuovo gli oligarchi al potere”.

Il referendum per la secessione della Crimea ha creato un precedente in tutta la regione, a maggioranza russofona e fondamentale per l’economia nazionale, che teme ora di essere marginalizzata da Kiev.