ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, la vita nel degrado degli sfollati

Lettura in corso:

Afghanistan, la vita nel degrado degli sfollati

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre ai 4 milioni che hanno lasciato il Paese, centinaia di migliaia di persone, in Afghanistan, hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni rimanendo, però, eni suoi confini.

Migliaia di sfollati di un campo alle porte di Kabul vengono principalmente dalla provincia meridionale di Helmand, devastata dalla guerra. Per questo gli è stato assegnato il medesimo nome. Sono costretti a vivere nello squallore.

All’inizio c’erano solo tende, fornite da organizzazioni umanitarie, poi gli occupanti hanno cominciato a costruire case di fango.

“Circa 850 famiglie – racconta all’inviato di euronews uno degli abitanti – vivono in questo campo. Vengono da Kandahar, dalle province di Helmand e Urzugan. Mi dispiace dirlo, ma nemmeno gli animali possono vivere così”.

Tanti sono i bambini nel campo. La maggior parte non frequenta una scuola. In parecchi soffrono di malnutrizione per la scarsità di cibo e sono soggetti a malattie perché bevono acqua sporca.

Il riscatto dell’Afghanistan passa anche dal porre un argine a questo degrado.