ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele-Palestina: Abbas chiede nuovo riconoscimento Onu come rappresaglia contro Tel Aviv

Lettura in corso:

Israele-Palestina: Abbas chiede nuovo riconoscimento Onu come rappresaglia contro Tel Aviv

Dimensioni di testo Aa Aa

Niente colloqui di pace in medioriente, per ora.
L’incontro del presidente dell’ANP Mahmoud Abbas con il capo della diplomazia statunitense John Kerry è saltato.

Abbas ha annunciato che i palestinesi avrebbero chiesto immediatamente il riconoscimento all’Onu dello Stato palestinese, in 15 agenzie e trattati internazionali, perché Israele non sta mantenendo gli impegni presi. Un atto inviso a Tel Aviv.

Ha detto Abbas: “Gli israeliani ci hanno promesso un sacco di volte che i prigionieri sarebbero stati rilasciati. Ci hanno detto un’ennesima volta che il governo avrebbe approvato questa misura e questo non è avvenuto”.

Tema del contendere è il rifiuto di Israele di liberare gli ultimi 26 prigionieri palestinesi, come prevedeva un accordo-quadro in base al quale Tel Aviv avrebbe dovuto scarcerare in totale 104 detenuti in quattro fasi.

Per la ripresa dei colloqui Kerry sarebbe arrivato a offrire al premier israeliano Netanyahu la liberazione della spia Pollard, americano di origine ebraica che avrebbe passato segreti a Tel Aviv e per questo, nell’85 è stato condannato all’ergastolo dagli Usa. Per ora però, tutto resta bloccato.