ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: 24esimo titolo per il Bayern dei record, il Napoli ferma la Juventus

Lettura in corso:

The Corner: 24esimo titolo per il Bayern dei record, il Napoli ferma la Juventus

Dimensioni di testo Aa Aa

Bundesliga

Iniziamo subito con il Bayern Monaco dei record, che martedi’ scorso si è confermato Campione di Germania, per la 24esima volta, con 7 turni d’anticipo. Un record, appunto. Il 3-1 di Berlino contro l’Hertha gli è valso inoltre il 19esimo successo consecutivo. Un altro record. La serie di partite senza sconfitte dei bavaresi si è allungata a 52, 53 calcolando il match giocato nel weekend. L’ennesimo record.
Insomma, la squadra di Guardiola puo’ permettersi ora di stappare lo champagne e concentrarsi sulla Champions. E il pareggio di sabato all’Allianz Arena con l’Hoffenheim non puo’ di certo averle rovinato la festa.

Con il campionato già chiuso, il tecnico catalano va per il turn over, anche in vista del match di martedi’ con il Manchester United. E’ l’Hoffenheim, a sorpresa, ad andare in vantaggio al 23esimo, grazie alla rete di Modeste.
Una manciata di minuti dopo i bavaresi trovano il pareggio prima, con Pizarro di testa, e il gol del 2-1 poi, con Shaqiri.
Al 40esimo, l’attaccante peruviano firma la doppietta, per un 3-1 che illude la tifoseria di casa.
I biancoblu infatti ci sono e lo dimostrano poco prima di scendere negli spogliatoi. Salihovic, accorcia le distanze.
Il giovane brasiliano Firmino chiude i conti al 75esimo, siglando la rete del definitivo 3-3.

Con il titolo già matematicamente assegnato, le altre si giocano i posti rimanenti. Borussia Dortmund e Schalke per il momento sono nell’Europa che conta, mentre il Bayer Leverkusen è insidiato dal Wolfsburg e rischia di perdere anche i preliminari di Champions.

Premier League

In Inghilterra, ancora una volta, cambia il leader della classifica. A guardare tutti dall’alto ora è il Liverpool, che infila l’ottavo successo consecutivo, battendo ad Anfield il Tottenham. 4-0 è il risultato finale di un match mai in discussione per i Reds, che ora fanno davvero paura alle avversarie.
A partire dal Manchester City, fermato a Londra dall’imprevedibile Arsenal di Wenger. I Gunners, spinti dal tifo e dall’orgoglio, interrompono la striscia di vittorie dei Citizens, trovando un pareggio importantissimo.

In classifica il Liverpool comanda con due punti sul Chelsea, caduto a sorpresa con il Crystal Palace. Il City resta terzo, ma a meno 4 dalla vetta.

Liga

Andiamo in Spagna dove la situazione resta invariata, grazie ai successi delle tre squadre in lotta per il titolo. L’Atletico Madrid rischia lo sgambetto a Bilbao, ma Diego Costa e Koke ribaltano il risultato, tranquillizzando Simeone.
Il Barcellona si accontenta di un gol, su rigore, del solito Messi, per prendersi il derby con l’Espanyol. Il Real Madrid, chiamato a vincere dopo due k.o. consecutivi, fa bene i compiti, rifilando una manita al Rayo Vallecano.
I tre club, a 7 giornate dalla fine, sono racchiusi in soli tre punti.

Serie A

Trasferiamoci in Italia, dove un grande Napoli frena la Vecchia Signora. Una Juventus stanca e priva del bomber Tevez crolla al San Paolo, rallentando la sua corsa verso il terzo scudetto consecutivo. Non basta un ottimo Buffon ai bianconeri. I partenopei sono piu’ in forma e firmano un 2-0 inatteso, ribaltando il risultato dell’andata, quando i Campioni d’Italia si imposero per 3-0.

Una sconfitta che non pesa piu’ di tanto, perchè la squadra di Conte è sempre in testa con 11 punti sulla Roma, trionfatrice sul Sassuolo. 11 punti che però potrebbero diventare 8 mercoledì, dopo il recupero dei giallorossi con il Parma.

Eredivisie

L’Ajax si avvicina al quarto titolo di fila d’Eredivisie, vincendo il big match della 30esima giornata, contro il Twente. A cinque gare dal termine, i Lancieri sono a piu’ otto sul Feyenoord, diretto inseguitore. Un buon margine, da gestire pero’ con molta cautela.

L’incontro dell’Amsterdam Arena è a senso unico, con il Twente, quinto in classifica, incapace di contenere i padroni di casa. Grande protagonista, ancora una volta, è Lasse Schone. Il centrocampista dell’Ajax ispira il primo gol di Denswil, con una punizione perfetta.
Il 27enne danese mette poi la sua firma sul secondo gol, su assist di van Rhijn.
E’ l’ex rossonero Bojan a segnare la rete finale, quella del 3-0, che vale il 18esimo successo stagionale per la squadra di De Boer.